Dott.ssa Federica Mattio ~ Sostenibile.io

Dott.ssa Federica Mattio Claimed

“siamo i tuoi alleati per aiutare a migliorarti a fare impresa…ed essere vincenti”

Be the first to review
     

Lo studio si occupa di effettuare progettazioni di consulenza specifiche per le aziende che intendono adeguarsi alle normative internazionali UNI EN ISO.

Le certificazioni nascono con un obiettivo quello di migliorare e definire i processi aziendali in un’ottica di miglioramento sostenibile. I progetti vengono calibrati e definiti in base alle specifiche realtà aziendali e sono importanti per definire i propri obiettivi d’impresa.

I vantaggi nell’intraprendere un processo di certificazione sono innumerevoli ad es:
01. Una maggiore competitività;
02. Riduzione dei costi dovuti a scarti, rilavorazioni o a problemi gestionali;
03. Processi di audit interni;
04. Aumento della credibilità e miglioramento dell’immagine verso l’esterno;
05. Riduzione dei reclami e delle contestazioni da parte del cliente;
06. Accoglimento positivo da parte del mercato nazionale ed internazionale;
07. Ottenimento di polizze assicurative a costi più favorevoli;
08. Partecipazione a bandi pubblici;

Lavoriamo con i più importanti Enti di certificazione italiani e stranieri e abbiamo superato con successo le verifiche con l’Ente Italiano di Accreditamento- Accredia. Tale importanza è la realizzazione della documentazione, definita in base alle specifiche procedure che l’azienda effettivamente realizza in un’ottica – “modello realizzato su misura” conforme alla normativa, in un’ottica di WCM.
A oggi sono stati implementati più di 150 modelli di gestione con i principali enti di certificazione sia in Italia che all’estero. La dott.ssa Mattio, in qualità di consulente esterno, ha avuto modo di partecipare alle verifiche di Witness Audit con l’ente di certificazione Accredia.

Dott.ssa Federica Mattio

FAQs

Q Consulenza per certificazione ISO

Q Collaborazione Ente di Certificazione

Q GDPR: Regolamento generalesulla protezione dei dati

Il 25 Maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Reg. Ue679/2016 in materia di protezione di dati personali.
Le aziende hanno avuto un altro adempimento a cui far fronte, ma noi le seguiamo in questo percorso che è davvero un’opportunità per analizzare i propri processi e definire le strategie migliori di protezione e circolazione dei dati. Lo studio si occupa di effettuare progetti dedicati in materia di adeguamento di protezione dei
dati.

Q Cybersecurity Defence

Il mondo è cambiato e ci permette oggi di comunicare in maniera molto veloce in qualsiasi posto, luogo e al tempo stesso ci permette anche di esporci agli attacchi da parte di qualche male intenzionato. Nonostante le statistiche ci dicano che questi fenomeni sono sempre più in aumento, moltissime organizzazioni pensando che non
verranno mai attaccate.
Lo studio in collaborazione con associazioni di settore di altissimo livello, definisce percorsi di adeguamento in materia di cybersecurity e simulazioni con strumentazione
all’avanguardia.

Q Figure Professionali RSPP

Responsabile del servizio di Prevenzione e Protezione

Q NORMATIVE APPLICATE - UNI EN ISO

• 9001:2015
• 14001:2015
• 45001:2018
• 27001:2018
• 1090-2:2020
• 13485:2016
• SA8000: 2016
• 39001:2016
• 22000:2018
• 22005:2018

Q DPO - Data Protection Officer;

Il Data Protection Officer (di seguito DPO) è una figura introdotta dal GDPR (Regolamento generale sulla protezione dei dati 2016/679), pubblicato sulla Gazzetta Uff iciale europea L. 119 del 4 maggio 2016. La norma prevede che tutti gli enti pubblici ed alcune categorie di aziende private nominino un soggetto qualificato che si occupi in maniera esclusiva della protezione dei dati personali, aggiornandosi sui rischi e le misure di sicurezza.

In merito alla designazione di tale soggetto, l’art. 37 del GDPR prevede che “1. Il titolare del trattamento e il responsabile del trattamento designano sistematicamente un responsabile della protezione dei dati ogni qualvolta:
• il trattamento è effettuato da un’autorità pubblica o da un organismo pubblico, eccettuate le autorità giurisdizionali quando esercitano le 20 loro funzioni giurisdizionali;
• le attività principali del titolare del trattamento o del responsabile del trattamento consistono in trattamenti che, per loro natura, ambito di applicazione e/o finalità, richiedono il monitoraggio regolare e sistematico degli interessati su larga scala;
• le attività principali del titolare del trattamento o del responsabile del trattamento consistono nel trattamento, su larga scala, di categorie particolari di dati personali di cui all’articolo 9 o di dati relativi a condanne penali e a reati di cui all’articolo 10.” L’art. 39 del Regolamento europeo sulla protezione dei dati personali elenca i principali compiti del DPO.

Il responsabile della protezione dei dati è incaricato almeno dei seguenti compiti:
• informare e fornire consulenza al titolare del trattamento o al responsabile del trattamento nonché ai dipendenti che eseguono il trattamento in merito agli obblighi derivanti dal presente regolamento nonché da altre disposizioni dell’Unione o degli Stati membri relative alla protezione dei dati;
• sorvegliare l’osservanza del presente regolamento, di altre disposizioni dell’Unione o degli Stati membri relative alla protezione dei dati nonché delle politiche del titolare del trattamento o del responsabile del trattamento in materia di protezione dei dati personali, compresi l’attribuzione delle responsabilità, la sensibilizzazione e la formazione del personale che partecipa ai trattamenti e alle connesse attività di controllo;
• fornire, se richiesto, un parere in merito alla valutazione d’impatto sulla protezione dei dati e sorvegliarne lo svolgimento ai sensi dell’articolo 35;
• cooperare con l’autorità di controllo

Q La formazione e i corsi per il RSPP;

I responsabili e gli addetti al servizio di prevenzione e protezione per lo svolgimento delle proprie funzioni devono possedere requisiti professionali obbligatori e indicati dalla legge. L’Art. 32 - (Capacità e requisiti professionali degli addetti e dei responsabili dei servizi di prevenzione e protezione interni ed esterni) - stabilisce che: “Le capacità ed i requisiti professionali dei responsabili e degli addetti ai servizi di prevenzione e protezione interni o esterni devono essere adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative”. Per diventare RSPP occorre seguire appositi corsi di formazione, che seguano i programmi indicati dalla normativa in materia e diversificati, per durata e contenuti, in funzione del settore ATECO di appartenenza dell’azienda in cui dovranno operare.
Secondo gli stessi principi verrà organizzata la formazione di aggiornamento quinquennale.

Q Il responsabile di prevenzione e protezione

Il servizio di prevenzione e protezione, per il quale il RSPP deve collaborare su disposizione del datore di lavoro, deve provvedere:
• All’individuazione dei fattori di rischio, alla valutazione dei rischi e all’individuazione delle misure per la sicurezza e la salubrità degli ambienti di lavoro, nel rispetto della normativa vigente sulla base della specifica conoscenza dell’organizzazione aziendale;
• ad elaborare, per quanto di competenza, le misure preventive e protettive di cui all’articolo 28, comma 2, e i sistemi di controllo di tali misure;
• ad elaborare le procedure di sicurezza per le varie attività aziendali;
• a proporre i programmi di informazione e formazione dei lavoratori;
• a partecipare alle consultazioni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro, nonché alla riunione periodica di cui all’articolo 35; (riunione periodica datore di lavoro –RSPP – medico competente – RLS, da convocare almeno una volta l’anno in aziende o unità produttive che abbiano più di 15 dipendenti;
• a fornire ai lavoratori le informazioni di cui all’articolo 36;

Q Figure Professionali - RSPP: Responsabile del servizio di Prevenzione e Protezione;

Lo studio fornisce le figure professionali come RSPP e DPO per le svariate organizzazioni sia in ambito pubblico che privato. L’ RSPP (acronimo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione) è la persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’art. 32 designata dal datore di lavoro, a cui deve rispondere, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi.

Coordinated together with reliable 904 D steel Oyster wristbands, the artificial wrist watches are very durable. Additionally, your Easylink A few mm comfort and richard mille replica ease off shoot back links make the putting on quite comfortable in different situation.